diventareSocivantaggifinanziamentigaranzietassi


 

Tassi Usura

                                                 Le soglie del tasso d’usura

 

L’accesso al credito, specie quando questo è difficile, può a volte spingere l’impresa a cadere nel tasso d’usura. I tassi di interesse applicati dalle banche e dalle società finanziarie, a qualsiasi finanziamento, non possono superare una soglia massima, definita come tasso d’usura.

Questo valore non è unico per tutte le forme di credito e non è fisso nel tempo, ma viene calcolato sulla base del Tasso effettivo globale medio ( Tegm) rilevato sulla base trimestrale dalla Banca d’Italia tramite le segnalazioni periodiche inviate dai singoli intermediari finanziari..

Il tasso d’usura è pari al Tegm, maggiorato di un 25% e di un margine ulteriore del 4 per cento. La soglia massima, così individuata, non può superare di 8 punti percentuale il Tegm rilevato nel trimestre di riferimento.

Concorrono alla definizione del Tegm, anche gli annessi oneri di gestione del credito.

Conoscere la soglia del tasso d’usura è importante per capire se gli interessi che si stanno pagando sono convenienti o costosi rispetto al limite massimo di legge, ma anche per capire se chi finanzia applica oneri indebiti, configurabili come reato.

Viene qui riportata la tabella di aggiornamento del tasso d’usura riferito alle diverse categorie di operazioni per una facile consultazione.

iconTASSI USURA GENNAIO MARZO 2014

iconTASSI USURA APRILE GIUGNO 2014

iconTASSI USURA LUGLIO - SETTEMBRE 2014

iconTASSI USURA OTTOBRE - DICEMBRE 2014

iconTASSI USURA GENNAIO  -  MARZO 2015

iconTASSI USURA APRILE  -  GIUGNO 2015

iconTASSI USURA LUGLIO  -  SETTEMBRE 2015

iconTASSI USURA OTTOBRE -  DICEMBRE 2015

iconTASSI USURA GENNAIO  -  MARZO 2016

iconTASSI USURA APRILE - GIUGNO  2016

iconTASSI USURA  LUGLIO - SETTEMBRE  2016

iconTASSI USURA OTTOBRE - DICEMBRE  2016