Nuova Sabatini

Nuova Sabatini : novità per le imprese che investono.

Bando ora aperto anche al trasporto merci.

Raddoppiati i fondi.

La Nuova Sabatini sta riscontrando una positiva risposta da parte delle imprese che intendono investire per migliorare la competitività e fare innovazione.

La corsa ai contributi ha costretto a rifinanziare lo strumento finanziario con un ulteriore fondo di 2,5 miliardi, tale da assicurare una copertura delle agevolazioni per l’anno 2015. Ad esclusione di pochi settori, quasi tutte le piccole imprese e PMI hanno accesso; anzi una recente circolare di febbraio 2015 del Mise, introduce una importante novità. Anche le imprese di trasporto merci c/terzi, categoria spesso esclusa dagli aiuti di Stato, possono ora finanziare gli automezzi e le attrezzature di trasporto con la Nuova Sabatini.

E’ bene ricordare che oltre a questo che costituisce una importante novità, la Sabatini agevola macchinari, impianti, beni strumentali, attrezzature, hardware, software, tecnologie digitali. In ogni caso deve trattarsi di beni solo nuovi. L’importo massimo richiedibile per ogni domanda è di 2 milioni.

E’ bene sapere che l’investimento va avviato solo dopo la presentazione della domanda di finanziamento. La domanda quindi va iniziata sulla base di precisi preventivi di spesa, poi occorre ottenere la delibera formale della banca o società di leasing e solo poi si provvede ad inoltrare la richiesta di contributo.

Artigianfidi Vicenza al fine di massimizzare la convenienza per le imprese, è in grado di proporre finanziamenti/leasing garantiti e convenzionati con tassi tanto contenuti che, per effetto del contributo Sabatini del 2,75% sugli interessi ( equivalente ad un 7,70% in conto capitale), permettono di fruire di un costo finanziario finale prossimo allo zero.

Artigianfidi Vicenza è in grado di accompagnare l’impresa fin dalle prime fasi dell’iter istruttorio fino alla rendicontazione finale delle spese e alle domande di erogazione dei contributi.

Nuova Sabatini